*SPEDIZIONE GRATUITA DA 30€
PAGAMENTO SICURO CON

Originario della tradizione agroalimentare del Mediterraneo, l’olio d’oliva non può mancare sulla tavola nei Paesi che si affacciano sul mare nostrum. Inoltre, l’olio d’oliva, usato per condire i piatti freddi, è un grasso insaturo che garantisce molti benefici all’organismo grazie alle sostanze antiossidanti in esso contenute.

Olio d'Oliva

I prodotti

I tipi di olio di oliva sono molti ma quelli commestibili sono soltanto l’olio extra vergine, l’olio vergine e, infine l’olio di sansa anche se quest’ultimo non è estratto meccanicamente ma attraverso ulteriori processi chimici.

I più apprezzati

Design e qualità sono le caratteristiche offerte dall’Antico Frantoio Muraglia, azienda di Andria che opera da quattro generazioni e ad al centro della sua tenuta possiede un olivo secolare che vanta 450 anni. Lo stabilimento pugliese propone diverse collezioni di raffinati contenitori in ceramica contenenti l’ottimo olio andrisano. Da menzionare il Muraglia Olio Extra Vergine d’Oliva Orcio Pois oppure il Muraglia Olio Extra Vergine d’Oliva Orcio Arcobaleno oppure ancora il Muraglia Olio Extra Vergine d’Oliva Orcio Spirale. Anche i F.lli Tocchio propongono un’Ampolla di Deruta con olio extra vergine di oliva. In questo caso l’olio di origine spoletina viene contenuta da una vera e propria opera d’arte che potrà rimanere per sempre a decorare le nostre case. Da ultimo, l’Azienda Agricola Antonio Centonze si discosta dalle precedenti per offrire il suo olio, rigorosamente ricavato da processi estrattivi meccanici, non in contenitori di ceramica, bensì in bottiglie di vetro che assomigliano molto più alle confezioni di un profumo che alle classiche bottiglie di olio. Così, possiamo ammirare il Centonze Olio Extra Vergine di Oliva bottiglia Capri oppure il Centonze Olio Extra Vergine di Oliva bottiglia Sabina anche se non mancano confezionamenti in bottiglie doriche più classiche.

Le particolarità

Dal modo di raccogliere l’olio di oliva si può capire molto della regione di provenienza del prodotto finale. Se, infatti, la maggior parte delle zone di produzione dell’olio raccolgono le olive a mano o con artefici tecnici da metà ottobre fino a dicembre altri, come i coltivatori leccesi e calabresi, aspettano che l’oliva sia completamente matura perché cada da sola sulla rete posizionata precedentemente intorno alla pianta.