*SPEDIZIONE GRATUITA DA 30€
PAGAMENTO SICURO CON

Conserve, salse e sughi non possono mancare nelle dispense della nostra cucina. A prepararli sono agricoltori sparsi su tutto il territorio nazionale, dalla pianura padana alle terre siciliane o salentine. I sapori della tradizione mediterranea rimangono i pilastri di queste produzioni che si arricchiscono delle tecnologie di ultima generazione.

Sughi e Salse

I prodotti

L’interazione di questi due aspetti consente ai marchi italiani del gusto come Perché ci credo oppure La Marca Preferita di rimaner altamente competitivi sul mercato grazie a prodotti diversificati che, pur non abbandonando la classicità, hanno il coraggio di sperimentare accostamenti più insoliti di quelli a cui il nostro palato è abituato.

I più apprezzati

Dall’esperienza dei maestri conservieri siciliani è nata la linea di lusso Villa Reale Supreme che offre agli amanti del gusto salse raffinate confezionate in contenitori di vetro glacé dalle forme lineari e prodotte a partire dagli ingredienti più originali dell’isola. Così diventa possibile assaggiare Villa Reale Supreme alla Bottarga e Acciughe di Sciacca oppure Villa Reale Supreme Sugo al Gambero Rosso di Mazara senza tralasciare Villa Reale Supreme Sugo alle Olive Nocellara del Belice. I sapori del Salento danno vita alle salse dell’azienda Perché ci credo: niente coloranti, conservanti o additivi nella Salsa Casareccia ai Carciofi o nella Salsa Casareccia al Pomodoro Secco ed una tecnologia innovativa nella produzione degli altri sughi dell’azienda come la Salsa Casareccia alla Ricotta o la Salsa Casareccia al Peperoncino. Il Consorzio Casalasco del Pomodoro, dal canto suo, ha messo in atto un’operazione di restyling di un vecchio brand di inizio novecento, La Marca Preferita, proponendo ai consumatori le classiche Polpa di Pomodoro in scatola e Passata di Pomodoro in bottiglia.

Le particolarità

I sughi della linea Villa Reale Supreme possono essere ben utilizzati non solo come condimento della pasta; infatti si prestano ad essere gustati anche insieme alla bruschetta o, addirittura, alle verdure saltate in padella. Punta tutto sulla genuinità dei suoi sughi, invece, Enrico de Lorenzo patron della salentina Perché ci credo presente anche ad Expo 2015. Un lavoro di squadra, invece, quello portato avanti dai soci del consorzio Casalasco che riunisce più di 300 agricoltori della pianura padana e conta su cinque marche agroalimentari di successo.